Chi siamo

Il Cineteatro Palladium è la sala della comunità della Parrocchia di Castello sopra Lecco. Opera dal 1967 e dal 1999 è una sala di prima visione, dal 2012 è digitalizzata.
Dal 2014 è l’unica sala cinematografica di prima visione cittadina. Il Cineteatro Palladium ospita spettacoli teatrali, rassegne e conferenze. La gestione della sala è totalmente affidata ad un gruppo di volontari.

Gli inizi

La storia del Cineteatro Palladium ha inizio con un salone rettangolare, un po’ disadorno, con una galleria dal rumoroso pavimento in legno dove si svolgevano le rappresentazioni teatrali dei ragazzi e delle ragazze dell’oratorio, prosegue con gli spettacolini del vicino asilo infantile e il cinema alla domenica: siamo negli anni Venti/Trenta del secolo scorso, ma forse è meglio focalizzare la nostra attenzione sul Palladium di oggi, nella sua struttura tondeggiante progettata dall’architetto lecchese Stefanoni e sorta sull’area ottenuta dalla demolizione del vecchio edificio.

L’iniziativa fu fortemente voluta da don Mario Molteni, parroco di Castello dal 1963 al 1981 e registra il suo avvio nel maggio del 1966, con la posa della prima pietra e con l’esibizione di musica classica del “Trio Turba – Città di Lecco” formato da due violini e un pianoforte che si cimentarono con musica di Haydn, Vivaldi e Mendelsohn. La pergamena inserita nella prima pietra così recitava:

Addì 28 maggio 1966 Paolo VI felicemente regnante essendo Cardinale di Milano S.Em.Mons. Giovanni Colombo e Parroco di Castello il Can. Don Mario Molteni in memoria del defunto Parroco don Angelo Corbetta che tale opera sognò e progettò S.Ecc. Mons Giuseppe Schiavini Vicario generale di Milano ne benedisse e collocò la prima pietra.

I lavori vengono ultimati nel novembre del 1968 e sono festeggiati con una serie d’iniziative che coincidono con il ventesimo anniversario della scomparsa di Osvaldo Zanetti, giovane dell’Azione Cattolica morto a soli 22 anni.

Stagione 1999-2000

don Maurizio MottadeliUn’importante svolta avviene nel novembre del 1999, con il parroco don Maurizio Mottadelli; la sala subisce un profondo restyling che comprende la messa a norma degli impianti, la bonifica dall’amianto, l’insonorizzazione della struttura e l’introduzione dell’impianto Dolby Digital e, soprattutto, il passaggio a sala di prima visione con tutti gli oneri che essa comporta, quali l’obbligo di un minimo di proiezioni settimanali che portano a ben cinque giorni di apertura settimanale. Sarà ancora la musica del “Trio Turba” con Gianmaria Massazza, Peppino Mazzoleni e Roberto Marchesi ad allietare l’evento. Inizia altresì la collaborazione con Alessandro Sangiovanni, programmatore milanese che fornisce i titoli da proiettare e si rinsalda la rete dei volontari che per un ventennio è stata capitanata dall’indimenticato Marco Rigamonti. La rete è formata da una settantina di persone che, gratuitamente, si alternano nel ruolo di responsabili, cassieri e maschere, ne curano l’amministrazione e l’operatività. Senza di loro il Palladium non potrebbe sopravvivere e rischierebbe la chiusura, come già avvenuto per centinaia di piccole sale di provincia.

Stagione 2012-2013

Carlo Verdone al Cineteatro PalladiumMa il progresso non si ferma mai e un altro importante appuntamento bussa alla porta: la digitalizzazione della sala che diventa indispensabile per poter continuare ad operare come cinema di prima visione. Sarà don Egidio Casalone, dal 2008 parroco di Castello, che, insieme ad un gruppo di volontari, affronta il problema prendendo il toro per le corna e nel settembre del 2012 dota il Palladium di un moderno impianto digitale. È il secondo cinema della provincia e l’unico della città di Lecco a poter mettere in campo la nuova tecnologia che migliora in modo sensibile la qualità delle immagini ed esalta l’audio del Dolby. Il passo è diventato necessario per  continuare ad esistere, considerato che dal 2014 le case distributrici forniscono i titoli in uscita solo nella versione digitale. L’evento viene festeggiato con due promozioni gratuite offerte alla comunità (“Hugo Cabret” e “Il cammino per Santiago”) che riempiono come un uovo la sala che può ospitare fino a 345 persone. Il “sold out” si ripete nel dicembre dello stesso anno con la presenza di Carlo Verdone. L’evento è reso possibile dai buoni rapporti con la Diocesi di Milano a cui appartiene la parrocchia lecchese. Il digitale si rivela un’arma vincente e la stagione 2012/2013 si chiude con una buona crescita di spettatori, totalizzando oltre 22.000 presenze nei nove mesi di apertura (settembre/giugno).

Stagione 2013-2014

La Bella e la Bestia il musicalIl trend si conferma nella successiva stagione 2013/2014 con 25.000 presenze, grazie anche al forte contributo dei ragazzi e della ragazze della “Compagnia del Domani” che con il loro musical “La Bella e la Bestia” totalizzano 1700 presenze nel corso delle sei rappresentazioni, a degno coronamento di un anno di preparazione dello spettacolo.

Stagione 2014-2015

Card. Angelo ScolaÈ la prima stagione che vede il nostro cinema essere l’unica sala operativa in città, un aspetto che ci grava di una notevole responsabilità e che dovrebbe porre degli interrogativi ad un capoluogo di provincia con quasi 50.000 abitanti. Sono stati più di ottanta i titoli proposti in questa stagione: quasi quaranta nella programmazione ordinaria, venticinque nelle rassegne “I giovedì del Palladium” e gli altri grazie ad eventi ospitati dalla sala. Fra questi spiccano i quattro titoli proposti dal FAI (Fondo per l’Ambiente), i quattro offerti dall’AICM, che si occupa di malati in trattamento palliativo, e la serata del BANFF canadese dedicata agli appassionati della montagna. La rassegna (complessivamente 25 titoli) ha totalizzato 5.500 presenze con un solido numero di tessere che consentono un costo d’ingresso davvero sostenibile (3€ a film). Nel complesso le scelte effettuate dai volontari hanno incontrato un generale apprezzamento, con un mix di film che svariavano dal drammatico al comico, dalla commedia all’engagé. Da segnalare il rinnovo del sito web del cinema che, insieme alla newsletter settimanale, consente a tutti di essere tempestivamente informati sulla programmazione, sul film proiettato, sugli orari. Da non dimenticare il questionario/sondaggio lanciato che ha raccolto numerose risposte utili per migliorarsi e accogliere critiche e suggerimenti. In ambito extra cinematografico una menzione di rilievo per “La Compagnia del Domani” che ha messo in scena il musical “La Bella e la Bestia”, con notevole successo in numerose repliche che hanno riempito la sala non solo del Palladium ma anche dei teatri di Valmadrera e di Olginate. Non vanno dimenticate anche le serate gestite dalle ACLI, fra le quali una menzione particolare va a quella vissuta con Gemma Capra, la vedova del commissario Pino Calabresi.

Stagione 2015-2016

La nuova stagione è partita molto bene con il successo di alcuni blockbuster (I Minions e Inside Out) che hanno messo a dura prova la capacità dei volontari. La proiezione gratuita de “Il sale della Terra” ha raggiunto le 240 presenze e ci si avvia a nuove serate speciali, alla rassegna con i suoi primi dieci titoli. L’offerta cinematografica è ampia e scegliere diventa sempre più difficile, con la certezza che, nonostante la migliore volontà, una sola sala non riuscirà mai ad accontentare tutti i palati. Una cosa rimane certa: i volontari faranno del loro meglio.

Dettagli sulla stagione 2015-2016 →

Logo AGIS

Logo ANEC

Logo Fice

Logo ACEC